News

Il mondo salvato dai ragazzini: Incontro con Bernard Friot

Progetto
Il mondo salvato dai ragazzini
Incontro con Bernard Friot
23 ottobre ore 17:30 c/o sede Fondazione Premio Napoli

Introduce l’evento l’avv. Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli. Ne discutono con l’autore Donatella Trotta, presidente Associazione culturale Kolibrì e la prof. ssa Paola Villani UNISOB e componente giuria tecnica del Premio Napoli.

Progetto sperimentale di Reading Literacy «Il Mondo salvato dai Ragazzini» promosso – da ottobre a dicembre, in sodalizio con l’Associazione culturale Kolibrì, la Fondazione Premio Napoli e in collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa – che coinvolge circa 600 ragazzi-giudici lettori delle scuole secondarie di primo grado di Napoli e provincia, centro e periferia, con le loro docenti referenti: impegnati da settembre nella lettura di una quaterna di libri della migliore letteratura contemporanea per l’infanzia, già vincitori a Procida della seconda edizione del Premio “Il Mondo salvato dai Ragazzini”, ispirato dal potente messaggio poetico-profetico (e politico) dell’omonimo testo del 1968 di Elsa Morante, notoriamente legata all’Isola di Arturo.

Bernard Friot (Saint-Piat, 1951): scrittore, poeta, traduttore (dal tedesco e dall’italiano), già docente e poi responsabile del Bureau du livre du jeunesse a Francoforte, con Il mio primo libro di poesie d’amore (edizioni Il Castoro), illustrato con brio da Desideria Guicciardini. Considerato il “Gianni Rodari” di Francia, insignito anche del Premio Andersen 2019 «Protagonisti della cultura dell’infanzia» e tra i più originali e amati autori per ragazzi, Friot ama definirsi uno “scrittore pubblico” in virtù della necessità che ha di fare spesso incontri con il suo pubblico di giovani lettori per ricaricarsi di emozioni, e per i quali scrive venendo anche incontro a quei bambini e adolescenti con grandi difficoltà nella lettura di cui si è spesso occupato personalmente.

0

Leave a Reply