News

Letteratura, scarcerato lo scrittore turco Ahmet Altan. Ciruzzi: La sua libertà è la libertà di tutti noi

Letteratura, scarcerato lo scrittore turco Ahmet Altan
Ciruzzi: La sua libertà è la libertà di tutti noi

“Un segnale di speranza contro l’idiozia e la violenza del potere”. Così l’avvocato Domenico Ciruzzi, presidente della Fondazione Premio Napoli, commenta la scarcerazione dello scrittore Ahmet Altan, 69 anni, uno degli intellettuali più celebri in Turchia, ex direttore di giornale e autore di libri molti noti anche in Italia, torna in libertà dopo più di 3 anni di carcere.

La Fondazione Premio Napoli si è mobilitata sin dall’inizio di questa vicenda a favore dello scrittore. Il 25 aprile del 2018 la Fondazione chiamò a raccolta nella propria sede, a Palazzo Reale, giovani magistrati e avvocati del Foro di Napoli per scandire le parole dell’arringa difensiva dello scrittore.

Il testo è stato pubblicato in Italia con il titolo “Ritratto dell’atto di accusa come pornografia giudiziaria” (2017, Edizioni E/O). Il processo a carico di Altan ha suscitato in tutto il mondo la preoccupazione e l’indignazione dei sostenitori della libertà di stampa e pensiero, su cui la Fondazione Premio Napoli invita a riflettere.
“Fu un’iniziativa dall’alto valore simbolico, nel giorno in cui l’Italia celebra la Resistenza, recitando quello che è diventato un autentico manifesto laico in favore della libertà d’espressione e della legalità”. “La sua scarcerazione è una notizia che riguarda tutti. Ogni voce soffocata dal potere è un atto di violenza intollerabile da parte di chiunque creda nella libertà”.

0