News

Progetto “Il mondo salvato dai ragazzini”. Incontro con Emanuela Bussolati ed Elisabetta Garilli

PROGETTO «IL MONDO SALVATO DAI RAGAZZINI»

INCONTRO PUBBLICO CON EMANUELA BUSSOLATI E ELISABETTA GARILLI

MARTEDÌ 19 NOVEMBRE 2019, ore 17.30

Fondazione Premio Napoli
Palazzo Reale, Piazza del Plebiscito 1, Napoli

Nuovo appuntamento, in Fondazione Premio Napoli a Palazzo Reale, del ciclo di “Incontri ravvicinati d’Autore” per il progetto procidano di Children’s Literature «Il mondo salvato dai ragazzini», ideato dall’Associazione culturale Kolibrì: martedì 19 novembre alle 17.30 ospiti d’onore Emanuela Bussolati e Elisabetta Garilli autrici del volume “TINOTINO TINOTINA TINO TIN TIN TIN”, CARTHUSIA EDIZIONI . Dialogano con le scrittrici, il Presidente della Fondazione Domenico Ciruzzi, Paola Villani (Università Suor Orsola Benincasa) e Donatella Trotta (Presidente Associazione culturale Kolibrì).

Il libro
Tinotino è un bambino che ha un’ardente passione per la musica, qualsiasi oggetto abbia attorno, nella sua testa, si trasforma in uno strumento che produce un suono. Da grande vorrebbe tanto fare il percussionista, ma il papà è preoccupato e lo porta a scoprire altri mestieri.
Dall’incontro tra Elisabetta Garilli ed Emanuela Bussolati, nasce questo albo illustrato che ha il potere di evocare musica e sonorità attraverso parole e immagini.
Vincitore del Premio Rodari 2018 sezione “Fiabe e filastrocche”

Emanuela Bussolati
Architetto, invece di case e grattacieli ha scelto di progettare e illustrare libri per bambini, in particolare per piccolissimi. L’idea di seminare emozioni e allegria le piace molto, ed è così che con i suoi disegni e le sue storie ha raggiunto bambini di tutto il mondo.
Ha ricoperto la carica di direttrice editoriale di Piccoli e La Coccinella ed è stata responsabile della collana Zerotre di Panini (Premio Andersen 2009 come miglior progetto editoriale). È ideatrice e autrice della serie I Quadernini (Editoriale Scienza), di cui fa parte Giardinieri in erba, inserito nei White Ravens 2009. Tararì Tararera (Carthusia) si è aggiudicato il Premio Andersen nel 2010 come miglior libro 0-6 anni. Nel 2013 Emanuela ha ricevuto un ulteriore Premio Andersen, questa volta come miglior autrice completa. Qual è per lei il riconoscimento più bello? Sentirsi dire “questo libro mi è proprio piaciuto”!

Elisabetta Garilli
Pianista e compositrice, nata ad Ostiglia nel 1972. Cura rassegne di spettacoli divulgativi musicali/teatrali rivolti alle famiglie, con il coinvolgimento di vari linguaggi espressivi, quali l’illustrazione in presa diretta, la danza, la narrazione. Sviluppa, per il Festival della cultura creativa ABI, progetti e percorsi laboratoriali finalizzati a muovere e sensibilizzare i bambini alla scoperta di linguaggi artistici non convenzionali. È autrice di colonne sonore per cortometraggi e di libri illustrati da lei musicati: Jaipur e la Macchina Avvisavento, con G. Tessaro (Kite Edizioni, 2011), Ninne Nanne nanne ni, con B. Landmann e S. Abagnato (Carthusia, 2014). Per Carthusia cura la collana Musica illustrata e un po’strampalata per cui sono già usciti Tinotino Tinotina Tinotintintin, Le quattro stagioni, Il Carnevale degli animali e Caterina cammina cammina. Ad ottobre sarà in libreria con Trunkerumpampumpera.
Dirige il Garilli Sound Project, insieme cameristico moderno che sviluppa progetti di sperimentazione di nuovi linguaggi musicali, di inclusione sociale e integrazione culturale.

0