Amministrazione Trasparente

La Fondazione Premio Napoli è costituita in Ente morale con D.P.R. 5 giugno 1961. La Fondazione ha sede in Napoli, Piazza del Plebiscito 1, presso il Palazzo Reale.

Esercita la sua attività sotto la direzione esclusiva delle quattro amministrazioni pubbliche:

Regione Campania, Città Metropolitana , già Provincia di Napoli, Comune di Napoli e Camera di Commercio – che designano gli organi amministrativi e assicurano le necessarie fonti di sussistenza.

Compongono il Consiglio di Amministrazione:

La Presidenza della Fondazione compete al Sindaco della città di Napoli, ovvero a un suo delegato, scelto d’intesa con il Presidente della Regione Campania. Il Presidente delegato esercita tutte le funzioni del Presidente per la durata della delega. Il Presidente delegato ha la rappresentanza giuridica della Fondazione e ne traccia, d’intesa con il consiglio di Amministrazione, le linee di sviluppo e i programmi di lavoro. Egli proclama i vincitori dei singoli concorsi in conformità al giudizio espresso dalla Giuria tecnica.

La Giuria tecnica è scelta dal Presidente a sua esclusiva discrezione. Il Presidente della Fondazione convoca e dirige le riunioni della giuria. Il Presidente pur prendendo parte attiva alle riunioni, si astiene dal voto, a meno che non si crei una situazione di parità. Ai componenti della Giuria viene è riconosciuto un gettone di presenza di € 250,00 lordi, oltre al rimborso delle spese di viaggio.

Per l’ideazione e la realizzazione delle iniziative di volta in volta programmate si avvale di collaboratori, anche di tipo dipendente, ed ha facoltà di stipulare contratti di vario genere necessari alla realizzazione delle iniziative intraprese. Il Presidente ha facoltà di proporre premi speciali a scrittori, poeti, artisti, musicisti, d’intesa con i componenti della Giuria. Il Presidente Delegato, qualora lo ritenga necessario, può designare un vice presidente. La nomina va comunque approvata dal consiglio di Amministrazione. Nell’ipotesi in cui il nome proposto venisse respinto, la nuova designazione spetta comunque al Presidente. Al Presidente per la sua funzione non spetta alcun compenso.

Compongono il consiglio di amministrazione:

  • L’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli. Non spettano compensi;
  • Il Presidente della Regione Campania. Non spettano compensi;
  • Il Presidente della Città Metropolitana di Napoli. Non spettano compensi;
  • Il Presidente della Camera di Commercio di Napoli. Non spettano compensi.

In riferimento alle disposizioni contenute nell’articolo 14 del Decreto legislativo n. 33/2013 i consiglieri di amministrazione rivestono la carica per il ruolo che occupano nelle diverse amministrazioni pubbliche.

Organi della Fondazione Premio Napoli sono il collegio dei revisori contabili.

Il collegio dei revisori contabili è formato da tre componenti effettivi e da due supplenti nominati rispettivamente dalla Regione Campania, dalla Provincia di Napoli e dal Comune di Napoli. Il Revisore indicato dal Sindaco di Napoli è Presidente del Collegio dei Revisori Contabili. La nomina dei Revisori supplenti spetta alla Regione Campania ed al Comune di Napoli. Il collegio dura in carica un triennio.

Presidente del Collegio dei revisori contabili è il Dott. Sergio DI MARTIRE al quale la Fondazione Premio Napoli riconosce un compenso annuo di € 4.000,00 oltre IVA e contributo Cassa Nazionale;

Sindaco Effettivo è il Dott. Renato RIVIECCIO al quale la Fondazione Premio Napoli riconosce un compenso annuo di € 3.000,00 oltre IVA e contributo Cassa Nazionale;

Sindaco Effettivo è il Dott. Giuseppe SIGNORIELLO al quale la Fondazione Premio Napoli riconosce un compenso annuo di € 3.000,00 oltre IVA e contributo Cassa Nazionale;

In riferimento alle disposizioni contenute nell’articolo 15 del Decreto legislativo n. 33/2013 alla Fondazione Premio Napoli non sono stati assegnati incarichi amministrativi e dirigenziali o contratti di collaborazione e/o consulenza.

DECRETO LEGISLATIVO “TRASPARENZA”, 14 MARZO 2013, N. 33

BILANCI

Accesso Civico

Ai sensi dell’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33

L’accesso civico è il diritto, previsto all’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”, di segnalare la mancata o incompleta pubblicazione, da parte dell’Amministrazione comunale, di informazioni, dati e documenti, obbligatoria ai sensi del suddetto decreto, e di richiederla. L’Amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione, nell’apposita sottosezione della sezione “Amministrazione Trasparente” del sito istituzionale, dell’informazione, documento o dato richiesto, trasmettendolo contestualmente al richiedente ovvero dandone comunicazione dell’avvenuta pubblicazione, con l’indicazione del relativo collegamento ipertestuale. Se l’informazione, il documento o il dato richiesti risultassero già pubblicati, nel rispetto della normativa vigente, l’Amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

Modalità per l’esercizio del diritto di accesso civico: la richiesta di accesso civico è esercitabile da chiunque, non richiede motivazione ed è gratuita e deve essere inoltrata al Responsabile per la trasparenza dell’Amministrazione, individuato per la Fondazione Premio Napoli nel dott. Nicola Sticchi. Le richieste potranno essere inoltrate compilando il form sottostante in tutti i suoi campi e cliccando sul tasto “Invia la richiesta”.
Nei casi di ritardo o mancata risposta la richiesta può essere inoltrata al seguente indirizzo di posta elettronica: m.gaeta@teatrosancarlo.it.

Modulo per l’esercizio del diritto all’accesso civico (ai sensi dell’art. 5 del decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33)

*Acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 30 GIUGNO 2003, n. 196