News

67^EDIZIONE PREMIO NAPOLI | FINALISTI 2021

67^EDIZIONE PREMIO NAPOLI

 FINALISTI 2021

 

NARRATIVA

Nicola Lagioia, La città dei vivi, Einaudi

Enzo Moscato, Archeologia del sangue, Cronopio

Aurelio Picca, Il più grande criminale di Roma è stato amico mio, Bompiani

 

POESIA

Carmen Gallo, Le fuggitive, Aragno

Laura Liberale, Unità stratigrafiche, Arcipelago Itaca

Alberto Rollo, L’ultimo turno di guardia, Manni

 

SAGGISTICA

Salvatore Settis, Incursioni, Feltrinelli

Riccardo Falcinelli, Figure, Einaudi

Marco D’Eramo, Dominio, Feltrinelli

 

Tra tutti i testi pervenuti alla Fondazione Premio Napoli per l’edizione 2021, i nove finalisti sono stati  selezionati dalla Giuria Tecnica del Premio composta da Mirella Armiero, Stefano Balassone, Maurizio Braucci, Edoardo Camurri, Valerio Caprara, Antonella Cilento, Domenico Ciruzzi, Chiara Ghidini, Antonio Gnoli, Alfredo Guardiano, Eugenio Lucrezi, Wanda Marasco, Bruno Moroncini, Ermanno Paccagnini, Matteo Palumbo, Giacomo Raccis, Monica Ruocco, Pasquale  Sabbatino, Antonio Tricomi, Paola Villani.

IL PREMIO NAPOLI

Nasce nel 4 febbraio del 1954 su iniziativa dell’amministrazione comunale sotto la sigla “Premio Napoli Le Nove Muse”. Inizialmente era articolato in nove sezioni dedicate ognuna ad un’arte: narrativa, musica, cinema, teatro, radiofonia e televisione, poesia, scienza, giornalismo e storia. Nel 1961 il Premio Napoli diventò Fondazione con decreto del Presidente della Repubblica e opera sotto l’alto Patronato del Capo dello Stato. Per statuto la presidenza spetta al Sindaco della città di Napoli che delega sempre ad altri l’incarico. Tra i presidenti delegati ricordiamo, tra gli altri, Antonio Ghirelli, Sergio Zavoli, Ermanno Rea. Attualmente al vertice della Fondazione Premio Napoli siede l’avvocato Domenico Ciruzzi delegato dal Sindaco di Napoli con decreto Sindacale numero 359 del 18 ottobre 2016 con accettazione e decorrenza dal 9 dicembre 2016.

Il Premio Napoli costituisce un unicum nel panorama culturale italiano, sia perché, a differenza di altri riconoscimenti promossi da privati, è promosso da una Fondazione costituita da soggetti pubblici (Comune di Napoli, Regione Campania, Città metropolitana, Camera di Commercio), sia perché animato da migliaia di “giudici lettori” che decretano con il loro voto i vincitori anno per anno.

La mission fondamentale della Fondazione è promuovere la lettura ed incentivare l’amore per il libro oltre a favorire il dibattito culturale, che attraverso vari percorsi di lettura, si irradia dal centro alle periferie, attraverso attività divenute patrimonio comune della città e dei napoletani.

 

67^EDIZIONE

Per la selezione dei candidati finalisti all’edizione 2021, sono giunti alla Fondazione Premio Napoli 137 opere letterarie, inviate dalle case editrici. Al termine di una lunga selezione la Giuria tecnica, come ogni anno, ne sceglie nove, tre per ciascuna categoria: Narrativa, Poesia e Saggistica.

A differenza di altri premi letterari, il Premio Napoli ha una particolarità: i “giudici lettori” che sono appassionati di letteratura e chiedono di partecipare, di leggere e giudicare le opere in concorso. Provengono da tutto il Paese, dalla città di Napoli, dalla provincia, dalle scuole alle periferie fin dalle carceri. I “giudici lettori” hanno il privilegio di potere leggere opere strepitose e offrire un proprio punto di vista con il voto. Negli anni sono andati sempre crescendo fino a raggiungere i 1700 per l’edizione del 2021.

Come di consueto in autunno ci saranno gli incontri con gli autori delle tre sezioni prima della serata finale del Premio Napoli che si terrà il 21 dicembre 2021 al Teatro Stabile di Napoli.

Il Premio Napoli si conferma un centro di sperimentazione di linguaggi narrativi – spiega il presidente della Fondazione Domenico Ciruzzi –. La selezione di questa edizione è di altissima qualità. Abbiamo ricevuto delle vere opere di scrittura creativa che rappresentano la realtà viva della letteratura italiana contemporanea. È entusiasmante scoprire ogni giorno che dopo 67 edizioni del Premio Napoli ci sia ancora tanto interesse per questo prestigioso riconoscimento. Da oggi inizia la vera e propria gara tra le opere scelte dalla nostra Giuria Tecnica e ci auguriamo che sia entusiasmante e combattuta. Desideriamo che le persone leggano e si lascino affascinare da storie, racconti, immagini, sogni. Adesso tocca ai giudici lettori che entro dicembre dovranno decretare i vincitori”.

5

Leave a Reply